Dal Piemonte alla Gallura: il vino Nebiolo di Luras

Dal Piemonte alla Gallura: il vino Nebiolo di Luras

Sebbene il Nebbiolo sia un vino autoctono del Piemonte, coltivato nelle Langhe, nel Roero e nell’Astigiano, dovete sapere che questo vitigno è coltivato anche in Sardegna, in particolare nel territorio del paese di Luras. Il Nebbiolo, il cui nome deriva dal termine “nebbia” (forse, ma non è certo, se per l’aspetto “annebbitato” dell’uva o per la maturazione tardiva durante le prime nebbie dell’autunno) è un vino molto amato poiché dalle sue uve scure si ottengono diversi vini rossi piuttosto raffinati. Al palato si presenta con un sapore asciutto e pieno e si accompagna molto bene con diversi piatti, in particolare a salumi e formaggi.

Come è arrivato a Luras il Nebbiolo?

La leggenda narra che il Nebiolo fosse stato importato sulle colline luresi dal Generale La Marmora al tempo dei Savoia, a metà del 1800, che durante il suo viaggio di visita della Sardegna portava con sé alcuni vitigni di Nebbiolo piemontese. La Marmora fu molto colpito dal territorio dalla Gallura e dall’organizzazione economica delle abitazioni di campagna, gli "stazzi", e pensò che i colli granitici di questa zona dell'isola e il loro clima potessero essere adatti per la coltivazione di questo tipo di uva.

Dal Piemonte alla Gallura: il vino Nebiolo di Luras

Luras divenne quindi il centro di questo particolare progetto e i luresi si affezionarono a questo vitigno nonostante nella zona si producessero già degli ottimi vini come il famoso Vermentino e il Moscato. Oggi il Nebiolo di Luras è un vino che continua ad essere realizzato grazie alla passione di alcuni produttori locali ed è molto apprezzato per il suo gusto differente e la sua rarità. Particolarità è quella del nome: il nebiolo di Luras, con una sola "b" non è un errore ma più probabilmente il nome più antico del Nebbiolo prodotto in Piemonte.

Dal 1998 a Luras esiste la Confraternita del Nebiolo che ha l'obiettivo di promuovere la cultura e la coltivazione del Nebiolo e quindi anche il suo territorio. Tra le iniziative organizzate, la Rassegna del vino Nebiolo, ad ottobre, prevede la vendemmia comunitaria, un convegno a tema e la consegna del premio del miglior vino nebiolo e degustazioni: un appuntamento per scoprire, in compagnia del vino, la cultura e la storia del territorio e i suoi sapori.

Ora avete un motivo in più per conoscere il nostro territorio e scoprire i nostri sapori tipici. Se quindi fate un salto in Gallura non dimenticate di visitare Luras e di assaggiare il suo nebiolo (con una b!).

Fonte: Confraternita del Nebiolo (www.confraternitanebiololuras.org)

Condividi sui social

Cosa vedere vicino

Altri punti d'interesse nel territorio

Luogosanto

Promontorio di San Trano

Avventura

Luras

Chiesa di San Pietro Apostolo

Chiese

Aglientu

Monti di Tuvu

Avventura

Luras

Chiesa del Purgatorio

Chiese